Cronaca

Papa Francesco: la festa dell’elezione ai tempi del coronavirus

Il 13 marzo 2013 Papa Francesco veniva eletto al soglio pontificio al posto del rinunciatario Benedetto XVI. Si tratta del primo papa sudamericano della storia eletto dopo una rinuncia che non si verificava dai tempi di Celestino V. È un papa che ha portato grande innovazione alla chiesa cattolica con le sue riforme e la sua lotta alla pedofilia che attanaglia il clero cattolico.

Papa Francesco al tempo del coronavirus

Quella di oggi è una festa amara per Papa Francesco che si trova a far fronte all’emergenza coronavirus con la relativa chiusura delle chiese e lo stop della cerimonie religiose. Per fino l’Angelus e la tradizionale Udienza generale si tengono in streaming per evitare assembramenti e il contatto con i fedeli.

l’Udienza generale di Papa Francesco

L’intercessione della Madonna

Le misure drastiche non sono sempre buone” ,Ha detto criticamente il papa che stamane ha celebrato la Santa Messa senza popolo a Santa Marta, alla presenza dei suoi soli segretari e delle suore che lo accudiscono. Il Santo padre qualche giorno fa ha chiesto l’intercessione della Madonna del Divino Amore per porre fine all’emergenza. Oggi ha pregato inoltre per tutti i sacerdoti che ora sono costretti a messe senza popolo e non dare l’eucarestia a ha causa dell’emergenza.

La preghiera di Papa Francesco alla Madonna del Divino Amore

La preghiera per i sacerdoti

“Vorrei pregare per i pastori che devono accompagnare il popolo di Dio in questa crisi”, ha detto nella sua omelia il papa nel giorno dei suoi sette anni dall’elezione al soglio pontificio. Sembrano passato più di un secolo dal quel giorno di quel primo “fratelli se sorelle buonasera” pronunciato davanti ad una folla festante subito dopo la sua proclamazione.

L’elezione di Papa Francesco

Non dimenticate Idlib

Papa Francesco, oltre alla grave pandemia che sta attanagliando il mondo, non vuole dimenticare le migliaia di profughi ammassati tra Grecia e Turchia, le bombe e i bambini di Idlib in Siria che “sono la priorità”, come ha affermato domenica scorsa.

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave è scrittore, giornalista pubblicista e regista. Laureato magistrale in D.A.M.S. all’Università di Roma Tre. Gli articoli redatti da Stefano giornalista hanno per tema il cinema, la cultura e la società civile in genere.
Back to top button