Cultura

Sabato Santo: tra tradizione, silenzio e meditazione

Il Sabato Santo è giorno di meditazione e silenzio nell’attesa dell’annuncio della Resurrezione di Cristo. È il giorno della discesa negli Inferi di Gesù che sconfigge il diavolo e la morte, salvando l’umanità. Dopo aver compiuto questa missione l’anima di Gesù si riunisce al suo corpo nel sepolcro, compiendo il mistero della Resurrezione che sarà celebrato nella successiva Domenica di Pasqua.

Il Sabato Santo e la tradizionale veglia pasquale

Il Sabato Santo è il secondo giorno del Triduo Pasquale in cui dopo il tramonto viene celebrata la veglia pasquale, dove si è prega e si medita in attesa dell’annuncio della Resurrezione. Questa avviene al buio, interrotto solo dall’ingresso del cero pasquale benedetto e portato in processione con l’annuncio della Resurrezione. Chi partecipa alla veglia pasquale viene precettato dalla funzione domenicale poiché essa stessa è parte della domenica di Pasqua. Inoltre viene considerato dalla chiesa cattolica degno di lode il fedele che prosegue il digiuno e l’astinenza dalle carni iniziati il Venerdì Santo.

Una preghiera per il Sabato Santo

La veglia pasquale al tempo del coronavirus


La veglia di quest’anno sarà caratterizzata dalla sobrietà, dall’assenza del popolo e da alcuni cambiamenti voluti da papa Francesco a causa della grave emergenza che stiamo attraversando. Il papa la celebrerò a San Pietro dalle 21, in diretta su TV2000, Rai 1, social e youtube. La consueta cerimonia del fuoco avverrà solo dietro l’altare della confessione senza l’accensione dei lumini per i fedeli e i battesimi. Il canto “Lumen Christi” con le tre invocazioni verrà effettuato solo al momento dell’accensione dei luci di San Pietro. Al momento del “Gloria” e dell’annuncio della Resurrezione suoneranno le campane della basilica.

la descrizione della Sindone

L’ostensione della Sacra Sindone


Prima della veglia pasquale, data il momento straordinario che stiamo vivendo, avverrà l’ostensione della Sacra Sindone, il lenzuolo di lino dove fu avvolto il corpo di nostro Signore Gesù Cristo dopo la crocifissione. La venerazione della Sindone potrà essere seguita via internet o in diretta tv alle 16:55 su Rai 3 con lo speciale TgR “Preghiera con la Sindone”. Ad accompagnare la preghiera ci sarà un messaggio di papa Francesco.

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave è scrittore, giornalista pubblicista e regista. Laureato magistrale in D.A.M.S. all’Università di Roma Tre. Gli articoli redatti da Stefano giornalista hanno per tema il cinema, la cultura e la società civile in genere.
Back to top button