Metropolitan Today

Salvo D’Acquisto, una storia di sacrificio ed eroismo nazionale

Abbiamo dedicato questa puntata di Metropolitan Today al vicebrigadiere Salvo D'Acquisto
Salvo D’Acquisto, fonte it.blastingnews.com

Benvenuti nella nostro viaggio del tempo di Metropolitan Today. Abbiamo dedicato la nostra puntata di oggi al vicebrigadiere Salvo D’Acquisto che sacrificò la sua sua per salvare quella di 22 ostaggi innocenti nelle manzi dei nazisti. Una storia di sacrificio ed eroismo che oggi in occasione del settantasettesimo anniversario della morte del vicebrigadiere vogliamo rivivere.

Il sacrificio di Salvo D’Acquisto

Nel tardo pomeriggio del 22 settembre 1943 a Torrimpietra in un ex caserma della Guardia di Finanza due paracadusti tedeschi della 2. Fallschirmjäger-Division morirono a seguito di un’esplosione mentre altri due rimasero feriti. Gli ufficiali nazisti ritenendo che si trattasse di un attentato chiesero la collaborazione dei carabinieri del posto la cui caserma, per assenza del maresciallo, era comandata dal vicebrigadiere Salvo D’Acquisto

Il giorno dopo il giovane carabiniere ritenne il presunto attentato, dopo alcune indagini, un evento fortuito. I tedeschi tuttavia diedero vita alla loro rappresaglia arrestando ventidue persone innocenti con l’intenzione di fucilarli. “All’ultimo momento, però, contro ogni nostra aspettativa, fummo tutti rilasciati eccetto il vicebrigadiere D’Acquisto. … Ci eravamo già rassegnati al nostro destino, quando il sottufficiale parlamentò con un ufficiale tedesco a mezzo dell’interprete”. Questa è la testimonianza di Angelo Amadio, l’ultimo dei prigionieri ad abbandonare la piazza della vicina Polidoro dove i ventidue ostaggi erano stati condotti per essere fucilati. D’Acquisto si era autoaccusato dell’attentato salvando tutti gli altri ostaggi in cambio della sua vita il 23 settembre 1943. Per questo 40 anni dopo la morte è stato beatificato dalla chiesa cattolica ed è stato insignito della Medaglia d’oro al valor militare alla memoria.

Salvo D’Acquisto

Altre ricorrenze storiche


Cominciamo il nostro viaggio del tempo dalla famosa vittoria greca a Salamina contro i persiani il 23 settembre del 480 a.C. Facciamo un salto nel tempo fino al 23 settembre 1642 quando furono eseguiti i primi test per l’ammissione nella famosa università americana di Harward. Andiamo ora al 23 settembre 1846 quando gli astronomi Le Verrier e Adams scoprirono il pianeta Nettuno. 43 anni dopo, il 23 settembre 1889, Fusajiro Yamauchi fonda in Giappone la famosa Nintendo.

Il 23 settembre 1943 è anche il giorno della nascita della famigerata Repubblica di Salò e della fine del terribile eccidio nazista di Nola. 25 anni dopo, il 23 settembre 1968, si spegne San Pio da Pietrelcina. Un’altra data importante da ricordare è il 23 settembre 1985 quando la camorra assassinò il giovane giornalista Giancarlo Siani. Concludiamo il nostro viaggio nel tempo con il 23 settembre 2002 quando nacque il famoso web browser Mozzilla Firefox.

Stefano Delle Cave

Stefano Delle Cave è scrittore, giornalista pubblicista e regista. Laureato magistrale in D.A.M.S. all’Università di Roma Tre. Gli articoli redatti da Stefano giornalista hanno per tema il cinema, la cultura e la società civile in genere.
Back to top button