Cinema

Stasera in tv “American Gangster”, il Padrino di Harlem

In onda su 20 Mediaset il film di Ridley ScottAmerican Gangster“. La vera storia di Frank Lucas, boss di Harlem che sfidò il dominio della mafia nel mercato dell’eroina e costruì negli anni ’70 un impero criminale mai visto fino ad allora. A dare la caccia al “Padrino nero”, interpretato da Denzel Washington, è il detective Richie Roberts (Russell Crowe), ghettizzato per la sua onestà dai suoi stessi colleghi di polizia.

Lucas, tuttofare per quindici anni del gangster “Bumpy” Johnson, alla morte del suo capo prende in mano le redini di Harlem. Il suo piano è saltare gli intermediari nel traffico della droga e rifornirsi direttamente nel Sudest asiatico: grazie ai contatti nell’esercito americano in Vietnam, mette in commercio la Blue Magic, l’eroina più pura mai vista per le strade di New York. Un prodotto due volte migliore di quello della concorrenza, alla metà del prezzo della concorrenza. Un strategia imbattibile che fa di Frank Lucas il gangster più potente d’America, al di sopra della mafia italoamericana.

Il nuovo impero della droga

I soldi dell’eroina toccano tutti: mafiosi, militari , celebrità e soprattutto il dipartimento di polizia di New York, infestato di agenti corrotti. La squadra di Roberts indaga tra mille difficoltà sulla provenienza della Blue Magic, scoprendo le trame dell’impero di Lucas, impensabili persino per la mafia. Un uomo d’affari afroamericano, capace di sfidare le famiglie italiane e di metterle al suo servizio. Il Padrino nero è una minaccia per l’ordine costituito; Roberts e la sua squadra di agenti integerrimi sono una sfida alla corruzione del NYPD.

La regia di Scott si immerge nelle strade newyorchesi di quel decennio indimenticabile, facendone rivivere colori e atmosfere: sullo sfondo di una guerra lontana, si combatte la vera guerra per le strade della città. Il formidabile duo formato da Denzel Washington e Russell Crowe, accompagnato da star come Josh Brolin (“Non è un paese per vecchi”) e Chiwetel Ejiofor (“12 anni schiavo”), troverà in forza dei fatti a stare dalla stessa barricata. Due uomini così lontani per scelte di vita, e così vicini per vocazione.

Davide Cossu

Seguici su Google News

Back to top button