Esteri

Ucraina: bombe russe su reparto maternità, ucciso un neonato

Giunge al 273esimo giorno la guerra in Ucraina. La scorsa notte un neonato è morto in seguito a un attacco missilistico delle forze russe, che ha colpito il reparto maternità di un ospedale vicino alla città di Zaporizhzhia, nell’Ucraina sud-orientale. La madre del neonato che aveva appena due giorni, è sopravvissuta. Lo ha riferito su Telegram il governatore della regione: Oleksandr Starukh, come riporta il Kyiv Independent.

L’ospedale preso di mira si trova a Vilnianska, ha precisato Starukh.

Il Cremlino denuncia il blitz ucraino come “azione di guerra” contro i russi ortodossi

Guerra Russia- Ucraina: 273esimo giorno di combattimenti -Photo Credits: informareonline.com
Guerra Russia- Ucraina: 273esimo giorno di combattimenti -Photo Credits: informareonline.com

Intanto il Cremlino denuncia come “azione di guerra” contro i russi ortodossi, il blitz ucraino nel “covo di spie” dello storico Monastero delle GrotteKiev. La rete elettrica ucraina è vicina alla distruzione. Il Cancelliere tedescoOlaf Scholz, ha detto:

“Dobbiamo essere pronti a un’escalation”.

Ucraina: l’intero ospedale è stato evacuato

Feriti nell’attacco anche un ostetrico trovato sotto le macerie e due medici, uno dei quali è in gravi condizioni. Come ha fatto sapere a Espreso Tv, il capo dell’Amministrazione statale del distretto di Zaporizhzhia, Oleg Buryak.

L’intero ospedale è stato evacuatoBuryak ha precisato che intorno alle 2:00 (1:00 in Italia) due missili russi S-300 hanno sorvolato l’ospedale della città: uno ha colpito il reparto di maternità e il reparto terapeutico. Continuano in queste ore i lavori sul posto per rimuovere le macerie. Come riporta il Guardian, ha scritto su Telegram il governatore della regione di Zaporizhzhia, Oleksandr Starukh:


Il dolore riempie i nostri cuori“.

Mariapaola Trombetta

Seguici su Google news

Back to top button