Esteri

Usa, Michigan: tre morti e otto feriti in una sparatoria

In Michigan negli Stati Uniti è andata in scena l’ennesima sparatoria in una scuola. Il killer, un 15enne, ha ucciso tre persone e ne ha ferite otto.

La sparatoria nel Michigan

Nella giornata di ieri un folle ha dato inizio ad una sparatoria nel liceo Oxford High School, in un sobborgo di Detroit. Il killer 15enne ha ferito otto persone e ha ucciso un ragazzo di 16 anni e due ragazze di 14 e 17. Il killer è stato fermato dalla polizia e i motivi della sua scelta non sono ancora chiari. La polizia continua ad indagare. Due degli otto feriti sono in sala operatoria. L’allerta è scattata poco prima delle 13 ora locale, quando una pioggia di telefonate ha invaso il centralino del 911, il 113 americano. Arrivate sul posto, le forze dell’ordine hanno strappato la pistola al ragazzo il quale non ha opposto alcuna resistenza. La pistola, una semiautomatica, era stata acquistata dal padre del killer venerdì scorso.

Il cordoglio di Biden

Il presidente Joe Biden, informato dei fatti, ha voluto esprimere il suo cordoglio alla famiglie delle vittime. “Un’intera comunità deve essere in stato di shock in questo momento”, ha commentato. “Il mio cuore va alle famiglie delle vittime che stanno sopportando il dolore inimmaginabile di perdere un proprio caro”. Il governatore del Michigan, Gretchen Whitmer, alle parole di Biden ha aggiunto: “Le armi qui sono l’incubo di ogni genitore, un problema unicamente americano che dobbiamo affrontare. La violenza armata è una crisi di salute pubblica”.

Lorenzo Tassi

Seguici anche su https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia

Adv
Adv
Adv
Back to top button