Musica

Andiamo a comandare con Fabio Rovazzi

Compie oggi gli anni Fabio Rovazzi, pseudonimo di Fabio Piccolrovazzi. Nato a Milano il 18 gennaio del 1994, è uno youtuber e cantante italiano. E’ passato dal pubblico di Youtube al mainstream nel 2016, quando ha pubblicato il singolo Andiamo a comandare. Diventato subito un tormentone estivo, ha raggiunto la vetta della classifica dei singoli più venduti. Ha raggiunto il disco d’oro esclusivamente con lo streaming. In seguito è stato certificato cinque volte disco di platino dalla FIMI. Ma oltre andiamo a comandare c’è di più: scopriamolo insieme!

Le hit di Fabio Rovazzi

Fabio Rovazzi
Copyright Elle

Appena quattro singoli pubblicati in carriera, ma sono bastati questi tormentoni a Fabio Rovazzi per diventare un fenomeno della musica italiana. Le sue canzoni orecchiabili e molto radiofoniche, sono diventati subito dei tormentoni. Ha collaborato con nomi importanti del panorama musicale italiano e continua a spopolare sulle piattaforme digitali. Uno dei pochi cantanti a raggiungere il successo pur non avendo pubblicato nessun album. Difficile catalogare il cantante milanese in un genere. Ma i numeri sono dalla parte! In breve tempo ha catalizzato su di sé e sui suoi brani le attenzioni di pubblico e critica.

Andiamo a Comandare

Dopo aver fatto gavetta su YouTube, a febbraio del 2016 Fabio Rovazzi decide di pubblicare sui propri profili social il brano “Andiamo a comandare”, scritto a quattro mani con Danti dei Two Fingerz – che si è focalizzato sulla metrica, mentre Merk & Kremont e Sissa hanno adattato il testo ad un sottofondo musicale tipico della Electronic Dance Music.  Nel giro di pochi giorni, il brano e il tipico balletto di Rovazzi diventano virali, tanto da attirare le attenzioni dell’etichetta discografica indipendente Newtopia, fondata da J-Ax e da Fedez. I diversi passaggi in radio hanno trasformato “Andiamo a comandare” in un tormentone estivo. Il successo è confermato dall’ingresso nella classifica dei singoli più venduti, e ottenendo la prima posizione il 29 luglio del 2016. Da quel momento in poi, la carriera di Rovazzi fa registrare un’importante impennata, con la partecipazione a Festival e trasmissioni tv. Non mancano neppure le comparsate nei video, come quello di “Vorrei ma non posto” interpretato da J-Ax e Fedez e di “Che ne sanno i 2000” di Gabry Ponte.

Tutto Molto Interessante

Il 2016 si rivela un anno d’oro per Fabio Rovazzi, che il 2 dicembre sceglie un altro fenomeno virale nel web come Enrico Papi per il suo secondo singolo. “Tutto molto interessante” vede protagonista proprio l’ex conduttore di “Sarabanda” insieme all’attore e comico Fabio De Luigi nei panni di un produttore discografico e ai fenomeni del web Matt & Bise e iPantellas. Il brano mantiene le sonorità tipiche della dance elettronica, mentre il testo è una critica aperta all’eccesso di frivolezza e di connettività dei tempi moderni. Dietro le quinte spicca ancora il lavoro di Danti dei Two Fingerz e del duo Merk & Kremont, a cui si aggiunge Marnik. Rovazzi decide anche di rompere gli schemi musicali, auto citando il suo successo precedente “Andiamo a comandare”. In breve tempo il singolo, distribuito sul web tramite piattaforme digitali e in formato 7” in coppia con “Andiamo a comandare”, è riuscito ad ottenere tre dischi di platino, confermando Rovazzi tra i fenomeni musicali del momento.

Volare

A soli cinque mesi dall’uscita di “Tutto molto interessante”, Fabio Rovazzi decide di pubblicare il suo terzo singolo. Ad anticipare la notizia una pubblicazione sui profili ufficiali dell’autore con la copertina del brano, che preannuncia la prima collaborazione di Rovazzi con un altro cantante. Accanto al cantante milanese, sempre supportato da Danti per la scrittura dei testi, per “Volare” figura infatti Gianni Morandi, presente sia con una traccia vocale che come protagonista del video. Sono tante però le guest star che compaiono nel videoclip: da J-Ax e Fedez, “padrini musicali” di Rovazzi all’ex difensore dell’Inter Javier Zanetti, dai comici Frank Matano e Angelo Duro ai fenomeni del web e della tv come Maccio Capatonda e Salvatore Esposito, Genny Savastano in Gomorra, senza dimenticare l’attrice e cantante Lodovica Comello. Il successo di “Volare” è testimoniato dal record di visualizzazioni su Youtube durante il primo giorno di pubblicazione e dai tre dischi di platino certificati dalla FIMI.

Faccio Quello Che Voglio, l’ultima hit di Fabio Rovazzi

Nel 2018 il fenomeno Rovazzi si allarga anche al cinema. Il regista Gennaro Nunziante sceglie infatti Fabio Rovazzi come protagonista del film “Il vegetale”. Pochi mesi più tardi, a causa di un diverbio con Fedez, Rovazzi decide di abbandonare la Newtopia e di proseguire la sua carriera lontano dal rapper. “Faccio quello che voglio” è il manifesto della nuova vita del cantante milanese. Ancora una volta è Danti a supportare Rovazzi nella scrittura, ma dopo aver collaborato con Gianni Morandi per “Volare”, questa volta sono Al Bano, Emma Marrone e Nek a contribuire con la loro voce. Per l’occasione, Rovazzi indossa anche i panni di regista per il videoclip, un cortometraggio lungo nove minuti in cui sfila una parata di vip: lo chef Carlo Cracco, i cantanti Gianni Morandi, Eros Ramazzotti, Rita Pavone e Al Bano, gli attori Massimo Boldi e Roberto Pedicini, l’imprenditore Flavio Briatore e la conduttrice Diletta Leotta.

Alessandro Carugini

Seguici su Google News

Alessandro Carugini

Nato a Pisa nel 1978, è uno speaker radiofonico conosciuto come The Mexican per i suoi modi calmi e sempre posati. Fin da bambino cresce con la musica nelle orecchie ed i vinili tra le mani, passando da ascoltatore a collezionista e pian piano ad esperto ed attento “musicologo“. Ad oggi collabora con diverse riviste e magazine, online e cartacei, e raggiunge l’apice della soddisfazione nel 2021 collaborando con la rivista inglese Record Collector.
Back to top button