MetroNerd

Manara e Ikeda: incoronati “Grandi Maestri del Fumetto” al Lucca Comics

Milo Manara, grande autore internazionale del fumetto erotico e non solo, e la madre di Lady Oscar, Riyoko Ikeda, sono i Grandi maestri del Fumetto 2022, “incoronati” ieri notte a Lucca Comics&Games.

Se Lady Oscar nasce dalla lettura di Stefan Zweig, Le avventure asiatiche di Giuseppe Bergman rivelano l’amore per l’Oriente – prosegue la giuria – Due ritratti, ognuno con l’unicità del proprio segno, un’unica cornice: il fumetto che lega e ci fa sognare, senza confini“. 

Ad illuminare la notte, una lunga cerimonia ricca di ospiti, premianti e premiati. Ad aprire la serata, il direttore artistico Emanuele Vietina, dal commosso ricordo di Luca Boschi: autore e critico del fumetto scomparso a maggio. A premiarli, il direttore della Galleria degli Uffizi, Eike Schmidt, che ha affermato:

Vorrei rivolgere i più vivi complimenti a Milo Manara e Riyoko Ikeda, i Grandi Maestri del Fumetto di quest’anno. I loro nomi e le loro opere rifulgono nel panorama internazionale dell’arte da molto tempo: siamo davvero felici, ed anche un po’ emozionati, di accogliere i loro autoritratti nel nostro museo”.

Manara e Ikeda ora doneranno i loro autoritratti alla Galleria degli Uffizi, che possiede la più estesa collezione al mondo di questo tipo di opere. Svelato durante la serata di ieri, l’autoritratto di Manara, verrà esposto in Palazzo Ducale insieme a quello di Will Eisner, regalato proprio ieri da Lucca Comics&Games al museo, e alla caricatura seicentesca che, per la prima volta, gli Uffizi hanno portato in esposizione a Lucca per i giorni del festival.

Manara e Ikeda al Lucca Comics: chi sono i due artisti

"I Grandi Maestri del Fumetto". Premiati: Manara e Ikeda-Photo Credits:lanazione.it
“I Grandi Maestri del Fumetto”. Premiati: Manara e Ikeda-Photo Credits:lanazione.it

Maurilio Manara, detto Milo, nasce a Luson (Bolzano) nel 1945. È uno dei più celebri fumettisti italiani del dopoguerra. Disegnatore dal tratto raffinato, ha saputo creare un mondo onirico popolato di ragazze bellissime e impossibili, talmente affascinanti ed eteree da essere totalmente irreali. Ha fatto del desiderio di rappresentare il legame tra il mondo femminilel’eros la sua firma inconfondibile. L’eros nei suoi disegni è carnale, fiorente, gioioso. Così esasperato da apparire, talvolta, anche ironico.  Tra i suoi migliori fumetti: Il gioco, Viaggio a Tulum, I Borgia, Caravaggio, Tutto Ricominciò con un’Estate Indiana e Tutte le Avventure di Giuseppe Bergman.

Riyoko Ikeda nasce il 18 Dicembre del 1947 ad Osaka (Giappone). Differentemente a molte altre sue colleghe mangaka, non ha mai fatto segreto della sua età, anzi l’ha reso il suo punto di forza. Il suo debutto nel mondo dei manga avviene nel 1967, con la pubblicazione della storia breveBara Yahiski no Shōjo”(La ragazza della casa delle rose). Il titolo si rifà a quello di un lavoro di Osamu Tezuka, intitolatoBara Yashiki no Nazo” (Il mistero della casa delle rose). L’Autrice infatti ammette di aver deciso d’intraprendere la sua carriera di mangaka leggendo i lavori di Tezuka. Lo stile di disegno, almeno all’inizio, ricorda molto quello di Tezuka.

L’evento speciale che ha premiato Manara e Ikeda

Grazie all’accordo con Ministero della Cultura, sono entrati a far parte degli Uffizi, 52 autoritratti di fumettisti italiani, protagonisti della mostra dell’edizione 2021 del festival, nell’ambito del progettoFumetti nei musei“. Lo scorso anno, ad aggiudicarsi il riconoscimento della prima edizione del Premio per il Gran Maestro del Fumetto: Lorenzo Mattotti. Quest’anno si è trattato di un evento più che speciale. Per regolamento, il Gran Maestro del Fumetto, è destinato ad un solo fumettista e non due, come invece è accaduto quest’anno. Come si legge nelle motivazioni della giuria:

Riyoko Ikeda e Milo Manara sono due maestri del fumetto che idealmente disegnano un ponte culturale tra Oriente ed Occidente. Nel tempo della guerra, che pensavamo ormai archiviato, per dare un segnale di speranza e pace in via straordinaria il premio viene assegnato a questi due artisti, che hanno fatto dello sconfinamento, della curiosità, un tratto identitario forte

Giuria formata da: Bruno Luverà (vicedirettore del Tg1), Mara Famularo (critica), Werther Dell’EderaMiguel Villa (autori), Emanuele Vietina, Giovanni, Russo e Dario Dino Guida, (direttore generale e componenti dello staff di LC&Games) , Mattia Morandi (Mic) e Tommaso Galligani (Gallerie degli Uffizi).

Lucca Comics&Games, gli altri premi oltre a Ikeda e Manara

Il premio per il fumetto dell’anno è andato al coreano: The Hellbound, di Yeon Sang-ho e Choi Gyu-seok, mentre lo spagnolo Paco Roca, autore dello splendido “Rughe”, per Ritorno all’Eden.Il Premio speciale della Giuria è andato a Mostri, di Barry Windsor-Smith. Gran Guinigi Miglior fumetto breve o raccolta, per: Gli incubi di Kafka, di Peter Kuper. Gran Guinigi Miglior fumetto seriale, per: Cosma & Mito, di Nicola Zurlo e Vincenzo Filosa. Gran Guinigi Miglior disegno, per: Gaëlle Geniller per Le Jardin. Gran Guinigi Miglior sceneggiatura, per: Nessun altro, di R. Kikuo Johnson. Gran Guinigi Miglior esordiente, per: Strange Rage, di Giorgia Kelley. Gran Guinigi per un’iniziativa editoriale: Premio Stefano Beani ex aequo a: La Revue Dessinée Italia e Comics & Science,.

Sono stati assegnati anche i premi di Lucca Games, decisi dalla giuria composta da: Paolo Cupola (presidente), Beatrice Parisi (vicepresidente), Riccardo Busetto, Fabio Cambiaghi, Alessio Lana, Caterina Ligabue, Giordana Moron. Il premio Gioco dell’Anno 2022, progettato da Przemek Wojtkowiak e illustrato da Bartolomij Kordowski, è andato a: Le Cronache di Avel. La Giuria del Gioco di Ruolo dell’Anno, composta da: Paolo Cupola (presidente), Mirella Vicini (vicepresidente), Osiride Cascioli, Michele Bellone, Anna Benedetto, Marzia Possenti e Daniele Prisco, ha deciso di assegnare il riconoscimento a Fabula ultima. Gioco al 100% made in Italy, scritto da Emanuele Galletto, edito da NeedGames e distribuito da Asmodee Italia.

Mariapaola Trombetta

Seguici su Google News

Back to top button