Musica

Luca Barbarossa, una chitarra “on air”

Luca Barbarossa, cantautore romano artisticamente generoso e dal sorriso pulito, compie oggi cinquantanove anni. Una gavetta percorsa lungo le strade romane e con la chitarra in spalla, soprattutto a Piazza Navona dove si esibiva con un repertorio folk e i brani dei cantautori italiani. La romanità fluisce spontaneamente nelle sue vene in quanto collabora col cantautore romano Mario Amici.

Gianni Ravera lo notò e lo invitò a partecipare al Festival di Castrocaro nel 1980. Luca Barbarossa si presentò col brano Sarà l’età. Firmò un contratto con la Fonit Cetra e nel 1981 esordì al Festival di Sanremo con Roma spogliata classificandosi al quarto posto. A settembre dello stesso anno esce l’album Luca Barbarossa, prodotto da Shel Shapiro nel quale c’è una collaborazione con Antonello Venditti.

Luca Barbarossa, da “Via Margutta” a “Come dentro un film

La strada del sole, brano presentato a Un disco per l’estate nel 1982, non ebbe fortuna in termini di vendite poiché la Fonit Cetra era in crisi, così Luca Barbarossa firmò un nuovo contratto con la CBS, con la quale pubblicò tre 45 giri: Colore nel 1984, Vita nel 1985, Via Margutta nel 1986 che fu un successo.

Tornò a Sanremo nel 1987 con Come dentro un film tratta dall’omonimo album pubblicato con la CBS e con il quale ottenne una serie di riconoscimenti: Un Disco per l’estate, Saint Vincent e miglior rivelazione del concorso Vota la voce. Da quest’album emerge la canzone Roberto che affronta il delicato tema dell’omosessualità.

Un anno fortunato con “L’amore rubato”

La violenza sessuale è il tema scottante del brano L’amore rubato con il quale Luca Barbarossa torna a Sanremo nel 1988 classificandosi al terzo posto. Ebbe un apprezzamento speciale da Dario Fo e Franca Rame, la quale aveva subito lo stupro e affrontato poi il delicato argomento nel suo celebre monologo.

Il 1988 fu quindi un anno fortunato per il cantautore romano: vende 350.000 copie con l’album Non tutti gli uomini, va in tournèe con Paola Turci, partecipa allEurovision Song Contest con Ti Scrivo (Vivo).

“Al di là del muro”, la maturità

Al di là del muro, album del 1989, è un invito ad andare oltre i muri che innalziamo con la mente. E’ pertanto emblematica la canzone dedicata a Nelson Mandela. E’ presente anche una collaborazione con Eros Ramazzotti alla chitarra elettrica nel brano Senza panico.

Con il collega romano Eros Ramazzotti ed altri artisti, condivide inoltre l’esperienza calcistica benefica della Nazionale cantanti dove porta grande passione e talento.

“Portami a ballare”, la vittoria a Sanremo

Il 1992 segna il trionfo a Sanremo con Portami a Ballare, dedicata a sua madre e contenuta nell’album Cuore d’acciaio. Nel 1993 esce l’album live Vivo che raccoglie i suoi brani più famosi.

Successivamente viene pubblicato Le cose da salvare, album caratterizzato da una collaborazione con Francesco De Gregori alla chitarra per il brano Ho bisogno di te e due cover: Shower the people (Sciogli l’amore) di James Taylor e La canzone del sole di Lucio Battisti.

Luca Barbarossa autore

Nel 1996 Luca Barbarossa firma un contratto con la Sony Music e nello stesso anno torna a Sanremo con Il ragazzo con la chitarra. Esce inoltre l’album Sotto lo stesso cielo nel quale è contenuto il brano Sette candele sul tema delle leggi razziali. Ancora nel 1999 pubblica l’album Musica e Parole.

Nel giugno del 2001 raccoglie i suoi successi in Viaggi di ritorno. Nel 2003 torna ancora a Sanremo con Fortuna tratta dall’album omonimo. Come autore scrive Il canto per Luciano Pavarotti, ma scrive anche per Gianni Morandi, Fiorella Mannoia, Paola Turci, Raquel Del Rosario, Tosca, Tina Arena, Alessandro Safina e i Dhamm.

La tournèe con Neri Marcorè e Radio Due Social Club

Dopo un periodo di silenzio pubblica il singolo aspettavamo il 2000, contenuto poi nell’album Le storie infinite del 2008. Nel 2009 partecipa all’album di Claudio Baglioni, dal titolo Claudio Baglioni Q.P.G.A, cantando con lui nel brano Mia Libertà.

Tra il 2008 e il 2010 fa una tournèe teatrale con Neri Marcorè dal titolo Attenti a quei due. Il 2010 è anche l’anno dell’esordio in radio come conduttore del programma Radio Due social Club in onda su Rai Radio Due. Nel 2011 va nuovamente a Sanremo con Raquel De Rosario e cantano Fino in fondo. Con la raccolta Barbarossa social club festeggia i suoi trent’anni di carriera e collabora con Max Gazzè, Roy Paci, Raquel De Rosario, Neri Marcorè e Fiorella Mannoia.

Ritorno alla romanità con “Roma è de tutti”
Radio Duets musica libera, album del 2015 raccoglie i duetti eseguiti nel corso del programma Radio Due Social Club. Tra questi ricordiamo quelli con Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Malyka Ayane, Fiorella Mannoia, Giuliano Sangiorgi.

Passame er sale è il brano con il quale torna a Sanremo 2018 che fa parte dell’album di inediti “Roma è de tutti”. Esegue un duetto con Alessandro Mannarino per la canzone MADUR (Morte accidentale di un romano) e con Fiorella Mannoia in Roma è de tutti. Comincia una tournèe teatrale che si concluderà all’Auditorium Parco della Musica, dove sarà poi nominato Direttore artistico per la stagione 2018-2019.

Back to top button