Basket

Portland Trail Blazers all’ultima spiaggia

Mancano ormai pochi giorni alla ripresa della NBA, e i Portland Trail Blazers sono ad Orlando pronti a dare la caccia all’ottava posizione dei Playoffs. Damian Lillard e compagni però non dovranno sbagliare nulla per conquistare l’ottavo posto e scalzare i giovani Memphis Grizzlies.

La situazione dei Portland Trail Blazers

Damian Lillard e CJ McCollum. Photo by Getty Images

Prima dello stop causato dal Covid 19 la stagione dei Portland Trail Blazers si poteva riassumere in una parola: incostante. La franchigia dell’Oregon infatti in 66 partite disputate nella Regular Season ne aveva vinte solamente 29, a fronte di ben 37 sconfitte.

Numeri strani per una squadra collaudata come i Blazers, guidata dal dinamico duo di guardie Damian Lillard e CJ McCollum. Troppe sconfitte per gli uomini di Terry Stotts, che per sopperire al lungo infortunio del bosniaco Jusuf Nurkic avevano dato una grande possibilità a Carmelo Anthony, fermo da più di un anno dopo la breve parentesi Rockets.

Nonostante le buone prestazioni di un Anthony voglioso di dimostrare che meritava un posto in NBA, e quelle del solito Damian Lillard, la squadra ha sempre vissuto di alti e bassi. Lo dimostrano infatti le ultime partite disputate: dopo le vittorie abbordabili contro gli Orlando Magic e i Washington Wizards infatti sono arrivati due KO abbastanza incomprensibili contro Phoenix Suns e Sacramento Kings.

Proprio per questo Portland non dovrà sbagliare nulla nelle otto partite che la attendono nella bolla di Disney World. I Memphis Grizzlies (32-33) distano infatti 3 vittorie e mezzo.

Il roster

Jusuf Nurkic (Portland Trail Blazers). Photo by NBA.com

Nella bolla di Orlando l’unica assenza dei Portland Trail Blazers sarà quella di Trevor Ariza. Il giocatore veterano ha deciso di suo spontanea volontà di non prendere parte al finale di stagione per restare col figlio 12enne, per la cui custodia il giocatore si trova oggi in causa con la madre.

Al suo posto i Blazers hanno chiamato Jaylen Adams, giovane e promettente guardia proveniente dalla G-League. Adams, secondo classificato nella classifica MVP di G-League, ha disputato 33 partite in stagione, viaggiando ad una media di 21.5 punti, 5.1 rimbalzi e 5.7 assist a partita, tirando con il 48.6% dal campo.

Le buone notizie però arrivano tutte dall’infermerie. Coach Stotts infatti per la ripresa ritroverà due pedine importanti: Jusuf Nurkic e Zach Collins. Nurkic nel marzo 2019 si era procurato una doppia frattura della tibia-fibula, e faceva conto di rientrare per marzo di quest’anno. Collins invece si era procurato un infortunio alla spalla sinistra, ma è pronto per riprendersi il posto in quintetto.

Il resto del roster è al completo, con Damian Lillard, CJ McCollum, Carmelo Anthony e Hassan Whiteside su tutti pronti a dare la caccia ai Playoffs.

Il programma

Carmelo Anthony in maglia Portland Trail Blazers. Photo by Associated Press

Nelle prime due partite di scrimmage i Portland Trail Blazers hanno rimediato due sconfitte contro Indiana Pacers (91-88) e Toronto Raptors (110-104). Nell’ultima partita di preparazione Portland affronterà gli Oklahoma City Thunder, prima della ripresa stagionale.

E la prima partita sarà subito contro gli avversari diretti per l’ottavo posto, i Memphis Grizzlies: un’incontro che profuma già di spareggio. A seguire i Blazers sfideranno Boston Celtics, Houston Rockets, Denver Nuggets, Los Angeles Clippers, Philadelphia 76ers, Dallas Mavericks e Brookyn Nets.

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Il Basket di Metropolitan

Back to top button