Cultura

Giornata Internazionale dei Musei: le collezioni d’arte più belle del mondo

In un mondo costituito da guerre, pandemie e bruttezze, l’arte salva sempre l’anima di ognuno di noi e riesce a farla evadere in una dimensione più bella, fatta di colori, forme e prospettive. Basti pensare, nella Giornata Internazionale dei Musei, ai luoghi che maggiormente custodiscono questi tesori e che permettono, soltanto con un biglietto, di far vedere le collezioni più belle del mondo: le gallerie d’arte.

Da Parigi a Roma, da Madrid a San Pietroburgo fino ad arrivare a New York, i musei più importanti del mondo vengono visitati ogni anno da migliaia di spettatori, pronti a vedere i quadri, le statue e i manufatti storici presenti tra le loro sale. In occasione di questa giornata, ripercorriamo alcuni dei musei più belli del mondo.

Giornata internazionale dei musei: i Musei Vaticani e il Museo del Louvre

I Musei Vaticani, con un’affluenza media annua di 6 milioni e mezzo di visitatori da tutto il mondo, rappresentano un luogo imprescindibile per chi ama l’arte e la bellezza. Imperdibili già soltanto per le meravigliose Stanze Vaticane dipinte da Raffaello Sanzio e per la visita alla Cappella Sistina, con la volta ed il Giudizio Universaledipinti interamente da Michelangelo, questi Musei conservano tra le loro stanze reperti come il gruppo marmoreo del Laocoonte, quadri come “La Deposizione” di Caravaggio e tantissime altre creazioni inestimabili.

Altro museo famosissimo in tutto il mondo è il Louvre, situato a Parigi. Visitato da 9,6 milioni di spettatori all’anno, il Louvre vanta nella sua collezione alcune delle più grandi opere di artisti, pittori e scultori di tutti i tempi. Primo fra tutti, il genio di Leonardo Da Vinci viene qui esaltato grazie alla presenza della Vergine delle Rocce e dellaGioconda, dipinti che hanno segnato per sempre il nostro immaginario collettivo. Oltre alla presenza di immensi quadri di artisti francesi come “La zattera di Medusa” di Théodore Géricault e “La libertà che guida il popolo” di Eugène Delacroix, il museo ha una vastissima collezione di statue antiche e non, tra cui spiccano la Venere di Milo di Alessandro di Antiochia ed il gruppo marmoreo diAmore e Psiche di Antonio Canova.

il Museo del Prado e il MoMa di New York

Designato come il principale museo nazionale spagnolo, il Prado di Madrid rappresenta uno dei luoghi d’arte più visitati al mondo. Importante soprattutto per la vasta collezione spagnola, al suo interno il luogo ospita opere di Beato Angelico, Tiziano, Raffaello, Caravaggio, El Greco, Rembrandt e Pieter Paul Rubens. Tra le opere di maggior bellezza, basti pensare alla “Danae” di Vecellio, al “Las Meninas” di Diego Velázquez e a “Il 3 Maggio 1808” di Francisco Goya.

Per ultimo, ma non da meno, vi è il Museum of Modern Art di New York, considerato uno dei più grandi siti d’arte moderna del mondo. Tra innumerevoli sale e infiniti piani si trovano opere come “La Notte Stellata” di Vincent Van Gogh, “La persistenza della memoria” di Salvador Dalì, “Les demoiselles d’Avignon” di Pablo Picasso e “Gli amanti” di René Magritte.
Queste sono solo alcune delle collezioni più belle visitabili odiernamente, tra cui spiccano anche il Museo dell’Ermitage, la Galleria degli Uffizi, il Museo Guggenheim e chi ne ha più ne metta. E, ora che possiamo di nuovo viaggiare, potremmo scoprire e vedere con i nostri occhi alcuni di questi luoghi pieni di meravigliosa cultura.

Monica Blesi

Seguici su Metropolitan Magazine.

Back to top button