Cinema

Stasera in tv: “Jason Bourne”, quinto e forse ultimo episodio della saga

Stasera in tv: Jason Bourne, di Paul Greengrass (The Bourne Supremacy, The Bourne Ultimatum) è l’ultimo film per ora prodotto della celeberrima saga d’azione basata sull’agente della CIA Jason Bourne. Questi è interpretato da Matt Damon e basato sulla serie omonima; una trilogia di romanzi scritta dallo statunitense Robert Ludlum tra il 1980 e 1990 e ripresa da Eric Van Lustbader (11 romanzi tra 2004 e 2017) e Brian Freeman (dal 2020 ad oggi, due romanzi). Oltre ai numerevoli libri, esistono ben due adattamenti televisivi: Identità bruciata (1988) e Treadstone (2019). L’attuale saga cinematografica (2002-2016) ha riscosso un successo commerciale enorme (1.6 miliardi di dollari) ed è mediamente apprezzata dalla critica. Si distingue inoltre per l’utilizzo di veri stunt/ controfigure al posto delle tecniche di sostituzione con immagini digitali (CGI), sempre più utilizzate oggigiorno.

L’agente Jason Bourne ha recuperato la propria memoria. Egli viene contattato da Nicky Parsons (Julia Stiles), che insieme agli hacker di Christian Dassault, ha trovato le informazioni della CIA che lo riguardano. Il direttore della CIA Robert Dewey (Tommy Lee Jones) invia il vendicativo agente Asset (Vincent Cassel) sulle loro tracce e questi finisce per uccidere Nicky Parsons. Jason Bourne rintraccia Dassault, e scopre dei dettagli inquietanti sul proprio coinvolgimento nel programma Treadstone. Robert Dewey, grazie all’esperta Heather Lee (Alicia Vikander) riesce a localizzare Bourne; il quale è tuttavia determinato a dargli a sua volta la caccia, per vendicarsi. Bourne non è il solo a ribellarsi contro il crudele Dewey; Aaron Kallor (Riz Ahmed) è fondatore di un social di successo, che è stato sponsorizzato inizialmente da Dewey, con scopo di sorveglianza abusiva dei cittadini; Kallor si è tuttavia pentito e vuole porre fine alla collaborazione…

Stasera in tv: Jason Bourne, l’ultimo della serie?

Pur non essendo considerato il migliore della saga, Jason Bourne è stato il film più redditizio al botteghino, incassando ben 415 milioni di dollari (per un budget di 120 milioni). Un sequel e sesto episodio era inizialmente previsto e avrebbe riunito Matt Damon con il regista Greengrass, ma l’attore non è sicuro di riprendere il ruolo. Universal ha tuttavia dichiarato il proprio interesse a perseguire l’idea; in ottobre 2019, Ben Smith, produttore dello show televisivo Treadstone, ha confermato l’esistenza di un progetto, in via di sviluppo. Lo studio non ha voluto concedere dettagli, ma ha confermato che il prossimo film è legato ad un universo simile a quello della show televisivo.

Damon esita a riprendere la parte, pensando che ” forse la gente si sia stufata del personaggio“. L’attore ha del resto ammesso che la preparazione fisica per il ruolo è gradualmente divenuta più dura, superati i 40 anni. Egli non aveva partecipato alla saga dal 2007, non avendo recitato in The Bourne Legacy (2012); in occasione delle riprese di Jason Bourne ha dovuto sostenere una dieta molto rigida, per par fronte alla forma richiesta dal ruolo. Matt Damon, che in ogni caso ha una presenza fisica eccellente nel film, è stato visto durante le riprese con la faccia graffiata e un livido sotto un occhio. Egli ha inoltre dichiarato: “Faccio quello che posso, ma quando l’azione è approssimativa, preferisco lasciarla ai professionisti, che sono bravissimi nel loro mestiere.

Jason Bourne - Photo Credits: mashable.com
Jason Bourne – Photo Credits: mashable.com

Attori, attrici e cascate: chi le fa

L’argomento di Matt Damon di lasciare le scene più fisiche a chi di professione riflette la normalità (e il buon senso); è prassi che un attore collabori con il proprio “doppio”, o controfigura, per ogni scena pericolosa o che richiede una forma fisica particolare. Ci sono tuttavia alcune star che a volte preferiscono calarsi interamente nel personaggio; e che, spesso complice una certa familiarità con il genere, vogliono sfidare la difficoltà della performance. Un nome su tutti, risaputo, Tom Cruise, il quale continua a “lanciarsi”, è proprio il caso di dirlo, in tutte le acrobazie della saga Mission Impossible; compresa una celebre pericolosissima da un grattacielo, per una scena di Mission Impossible: Protocollo Fantasma (e per la gioia dei produttori). L’attore si è del resto ferito durante le riprese di Mission Impossible Fallout, rompendosi la caviglia mentre saltava da un edificio ad un altro.

Adam Driver si è calato per mesi e mesi nel combattimento corpo a corpo, kendo, scherma, ed altre tecniche di lotta con la spada, per preparare il ruolo del guerriero Kylo Ren in Star Wars. Angelina Jolie, formatasi all’azione grazie alla saga Tomb Raider, ha inoltre girato la totalità del film Mr.e Mrs.Smith, SaltWantedKeanu Reeves copre la maggior parte delle acrobazie fin dai tempi di Speed e Matrix, e nella saga John Wick dà il meglio di sé. James BondDaniel Craig ha preso in carica tutte le scene di inseguimento in macchina e combattimento, rompendosi anche un dente dopo aver ricevuto un pugno in faccia. Charlize Theron, Milla Jovovich, Tom Holland si uniscono al gruppo, il cui “campione” da record rimane Jackie Chan, che ha perfino pattinato sotto i camion e saltato su delle mongolfiere.Stasera in tv : Jason Bourne, su Italia Uno, alle 21.20.

Sara Livrieri

Seguici su

Facebook

Metropolitan Cinema

Instagram

Twitter

Back to top button